Il tango è un genere musicale, un ballo, un pensiero, una essenza di vita, una passione. Nasce dagli emigrati italiani in sudamerica, essenzialmente Argentina ed Uruguay come connotazione ed appartenenza. Sul perché si chiami cosi c’è l’ipotesi piu accreditata che indica, dal latino, la prima persona del presente indicativo del verbo “tangere”…io tocco.
Ed il tango è tattile, fatto di prese e di sguardi che “toccano”…
Contrariamente a quasi tutte le forme musicali il tango è in continua evoluzione: dal tango nuevo, sviluppato inizialmente e prevalentemente da Astor Piazzolla negli anni 60/70 al tango elettronico molto in voga negli ultimi anni grazie ad una schiera di gruppi che hanno unito bandoneon e beat: Gotan Project, Bajofondo, Rarotango, Otros Aires e altri.
È stato detto: “il tango è un pensiero triste che si balla “…
Fantastico, sulle suggestioni del tango, il film “Tangos, l’exile de Gardel” di Fernando Solanas che racconta degli esuli argentini a Parigi negli anni della dittatura in Argentina con coreografie e musiche strepitose.
Tra i capostipiti del tango elettronico abbiamo citato i Bajofondo tango club: sono un gruppo di otto elementi che sono autori, musicisti, produttori, djs, solisti.

Dall’album “Presente” del 2013 un assaggio. Avremo modo di presentarvi altre suggestioni legate a questo mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.