ecosport-benessere-arciere
La tomba dell’Arciere, località San Casciano Val di Pesa

Il mio professore di italiano alle medie è stato un grande educatore. Con lui passavamo gran parte dei pomeriggi, noi che facevamo il tempo pieno. A volte la stanchezza era tale che spiegare una nuova lezione di storia sarebbe stato totalmente inutile, e lui lo sapeva. Per questo un giorno ci ha portati nel parco ed abbiamo costruito delle capanne con rametti di legno proprio come l’homo erectus. Con lui abbiamo scavato a mani nude per riportare alla luce un tratto di via Francigena, abbiamo tracciato un sentiero nel bosco fino alla tomba dell’Arciere, uno dei ritrovamenti etruschi del nostro territorio, l’abbiamo liberata dalle erbacce ed abbiamo ricostruito parte della stele raffigurante il defunto armato di arco.

E se ci pensate l’etimologia del termine “educare” è proprio questa. Ti porto fuori,  a conoscere i fiori, e magari sopra c’è un’ape e mi chiederai perché, allora ti racconterò di come quella creaturina così piccola sia tanto importante per tutti noi, e capirai quanto ogni piccolo essere conta e vale in questo mondo, e imparerai a rispettarlo e ad essere grato per il miele, che non nasce nei supermercati già bello confezionato. Allora riconoscerai il ruolo di ciascuno su questa terra, darai valore alla vita e alle piccole cose di cui è fatta. Ecco qui, siamo partiti dalla scienza e siamo arrivati alla filosofia senza neanche accorgercene.ecosport-benessere-asilobosco4

Fortunatamente sono qui a dirvi che un posto così esiste, e che potete mandarci i vostri figli, o metterne subito al mondo qualcuno. l’Asilo nel Bosco è un luogo dove il gioco è utilizzato come strumento didattico privilegiato, dove l’esperienza diretta vince sulla teoria e i bambini vengono stimolati ad osservare, creare, immaginare, a stretto contatto con la natura. Per chi volesse saperne di più ed entrare in contatto con questa realtà formativa sappiate che dal 21 al 27 luglio si terrà il primo Corso Outdoor Education AccademySeguite i link, io intanto ringrazio di cuore il mio professore.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here