Definizione slacklining: camminare su di una fettuccia elastica e solo parzialmente tesa.

Nata negli Stati Uniti come allenamento per gli appassionati di arrampicata, la disciplina dello slacklining consiste nell’attraversare una fettuccia posta in tensione tra due pali, può essere praticata al chiuso e all’aperto a stretto contatto con la natura. La fettuccia può essere piatta o arrotondata, lunga di 5 ai 30 metri e montata ad un altezza che varia da 50 centimetri al metro, fino ad arrivare agli 80 metri.slackline-344105-3

Il praticante riesce a sfidare e vincere la gravità esclusivamente attraverso il controllo del proprio equilibrio, solo se riesce a concentrarsi e a trovare il giusto “bilanciamento dinamico”. Ogni muscolo del corpo entra in azione e contribuisce all’impresa.

Lo Slacklining prevede l’attraversamento della fettuccia con diverse tipologie di andature e figure ad alta difficoltà, varie evoluzioni che possono essere statiche (inginocchiarsi, sedersi a gambe incrociate) o dinamiche (saltare, svolgere avvitamenti, rimbalzare sulla fettuccia in appoggio dei glutei o col petto). 

maxresdefault (1)La specialità del Trickline prevede un attraversamento di fettuccia lunga dai 10 ai 25 metri. Il Longline si svolge su lunga distanza, per questa specialità c’è bisogno di mantenere un altissimo livello di concentrazione e un elevato controllo dell’equilibrio dinamico. Nella specialità del Highline è l’altezza a fare la differenza, difatti si raggiungono altezze che possono arrivare e a volte superare gli 80 metri. Le prove si svolgono preferibilmente in luoghi di montagna con le fettucce montate tra due rocce;
questa specialità prevede l’obbligo indossare una imbragatura simile a quella di chi svolge l’arrampicata sportiva. 

Ma esistono altra varianti come il Waterline che si svolge sospesi sulle acque di laghi e fiumi e il Rodeoline, molto simile alle pratiche circensi, in cui la fettuccia è ancorata ma non viene messa in tensione. 

La capacità di meditazione è essenziale, il praticante deve cercare l’equilibrio perfetto, il raggiungimento di questa fase viene garantito da diversi sistemi e organi di controllo, tra questi: l’area associativa della sensibilità, l’area sensitiva, l’area motoria, il talamo ottico, il cervelletto, il midollo spinale, la formazione vestibolare, i recettori visivi, la formazione propriocettiva, l’apparato del Golgi, i corpuscoli di Pacini, i corpuscoli del Meissmen della pianta del piede. 

Per muovere i primi passi vi suggerisco si partecipare ad un evento molto suggestivo. Trekking con pernotto in mezzo agli alberi, sospesi tra terra e cielo, con corso base di Slacklining. San Candido Innichen, Dolomiti. 21/24 oppure 22/25 luglio 2016.

Oppure guadate il sito della Slackline Italia 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.