Come ovviamente tutti sapete il mio spazio in “Ecosport.it” si chiama “tutti i suoni del mondo”. Ebbene c’è una etichetta discografica che sembra racchiudere lo spirito e la ricerca che vi proponiamo di volta in volta: “Putumayo world music”.

Tutto nasce nel 1993 quando Dan Storper, fondatore del gruppo “Putumayo”, decide di espandere le attività del gruppo in campo musicale.
“Putumayo” è inteso, come filosofia aziendale, in uno stile di vita che abbracci la passione dei con viaggi con la scoperta e la valorizzazione di etnie e lingue diverse passando per la cultura, l’arte e, nel nostro caso, la scoperta di sonorità e armonie.

Se poi a ciò aggiungiamo alcune connotazioni tipiche del commercio solidale abbiamo un quadro più preciso della valenza di questa organizzazione.
“Putumayo” ha la peculiarità di riuscire a selezionare brani provenienti da tutto il mondo macon una connotazione di facile fruibilità.
Inoltre le comunità di provenienza degli artisti presenti nei suoi album ricevono sovvenzionamenti per progetti di sostegno.

Come abbiamo avuto modo di dire più volte la musica ha la capacità di abbattere qualunque barriera, di avvicinare e di condividere suoni ed emozioni.
Ascoltare brani provenienti da varie parti del mondo apre la possibilità di scoprire gusti, tendenze, modi di vivere diversi da quelli che ci sono familiari e le iniziative volte allo sviluppo di realtà ricche di storia e tradizioni, anche se economicamente disagiate, fa meritare un plauso a questa azienda americana e planetaria al tempo stesso; musica, solidarietà, l’idea di sostegno e sviluppo, una “mission” globale….tutto questo e tanto altro è “Putumayo”.

Da una delle varie compilation di questa etichetta, per la precisione “Cafe’ del mundo”, abbiamo scelto un brano di un gruppo proveniente della Germania ma dai suoni latini… Les babacools con Lluvia sol. Una curiosità: la foto del video è tratta da “National geographic”.

Fabio Magrì

1 commento

  1. Non sara’ che l’incontro tra mondi diversi debba passare attraverso linguaggi comuni a tutte le popolazioni….la musica …il cibo……linguaggi primordiali comuni a tutte le latitudini…? Il rusltato come in questo caso…..esalta e amalgama perfettamente le diffenze e le rispettive peculiarità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.