Forse non tutti sanno che il Culto dell’Energia Sostenibile muove i primi passi con il movimento hippy.

Nella calda Estate dell’Amore nel 1967 giovani senza differenze di razza, religione, posizione sociale danno vita ad un movimento pacifista e non politico che in breve tempo si espande in tutto il mondo, un esperimento sociale mai più ripetuto che ha cambiato lo stile di vita per tutte le generazioni future.

Dal raduno HUMAN BE IN e il musical HAIR si arriva in breve tempo al leggendario Festival di WOODSTOCK.

Energia sostenibileMarce per i diritti civili e contro le guerre, propagazione del concetti di pace e amore, riciclo e riuso di indumenti, oggetti ma anche di mezzi di trasporto attraverso i quali il viaggio in comune diventò da un lato un modo di estendere il concetto di amicizia e dall’altro un sistema che permetteva di risparmiare e di inquinare di meno, dopo 40 anni lo hanno chiamato carpooling sistema di mobilità sostenibile….!!!

Il movimento non si ferma qui, sostiene il ritorno alla terra, lo sviluppo dell’impresa cooperativa, l’attenzione all’energia alternativa, lotta per la libertà di informazione e l’agricoltura biologica. Ed è proprio in questo settore che il movimento sopravvive ancora oggi, invito gli utenti a dare uno sguardo al sito web Genuino Clandestino.

Ma è in nuova Zelanda che nasce Il Culto dell’Energia Sostenibile di Nambassa.

59367700-hippie-girl-hippie-style-ornamental-background-love-and-music-with-hand-written-fonts-hand-drawn-dooGrandi aziende agricole ospitano concerti e festival che diffondono l’arte creativa, la cultura, le tradizioni popolari; organizzano laboratori di ricerca sulla medicina alternativa, energie pulite, cibo. Si organizzano dibattiti sulle questioni ambientali, sulla sostenibilità, contro il nucleare e a favore della diffusione di stili di vita alternativi e anche spirituali.

Il Culto di Nambassa promuove la “controcultura alla grandi potenze” da vivere e sostenere tutti insieme, uniti dalla gioia e dall’amore, per creare le condizioni per il cambiamento. Una via sostenibile, olistica, criteri di vita che permettono all’individuo di accedere al cibo sano, che insegnano a vivere in autosufficienza e nel rispetto del territorio e degli individui che ne fanno parte.

È difficile essere liberi ma quando funziona, ne vale la pena!Janis Joplin   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.