Le nostre ultime sortite ci hanno portato agli anni ’60 con il racconto di Hair e Woodstock; ma il primo raduno rock della storia e’ sicuramente lo Human Be In tenutosi a S.Francisco il 14 gennaio del 1967.
Gli anni in questione ci fanno scoprire come il movimento Hippy nato in quegli anni fosse un antesignano di pratiche di tipo sociale che sarebbero state riproposte più avanti nel corso del tempo come la denuclearizzazione, la ricerca di fonti sostenibili ed il riavvicinamento alla natura.

Il movimento hippy predicava la non violenza (celeberrimo lo slogan “mettete dei fiori nei vostri cannoni), l’amore universale ed il rispetto della Terra.human be in

Come detto quindi la voglia di aggregazione e di coinvolgimento sociale portarono, il 14 gennaio del 1967, a creare un incontro che gia’ da come fu denominato era tutto in programma:”HUMAN BE IN”. Si svolse unendo musica, poesia, dibattiti e…acidi: si, proprio cosi’…la particolarità fu proprio questa; dal palco Augustus Owsley Stanley III, un chimico definito il padre della psichedelia, lanciava acidi agli spettatori durante le performances…

L’organizzazione chiedeva, sul manifesto dell’evento, di portare incensi, candele, bandiere, percussioni, flauti, piume, animali e…la famiglia, come per radicalizzare l’idea di una festa da vivere tutti insieme ed in cui tutti potessero essere protagonisti. Poeti come Allen Ginzberg declamarono le loro poesie inframmezzando la musica di Grateful Dead, Quicksilver Messanger Service e Jefferson Airplane.

Inizio’ cosi’ un anno ricchissimo di idee, storia sociale, musica. Poco dopo, quello stesso anno, Broadway avrebbe proposto per la prima volta Hair.
Cio’ che vi proponiamo oggi unisce la musica ad un resoconto di quella giornata; la musica e’ inframmezzata dalle parole e, nonostante la qualita’ lasci un po’ a desiderare da sicuramente una chiara idea di come le intenzioni di Timothy Leary (organizzatore dell’evento) non siano state assolutamente disattese.
Per voi Grateful Dead…imperdibile…
Fabio Magri’

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here