L’antico borgo di Torello di Castel San Giorgio, in provincia di Salerno, ospiterà dal 18 al 21 agosto la XXIII° edizione della Sagra del Cavatiello e dello Stoccafisso. L’evento mangereccio vede coinvolti tutti i residenti che da sempre partecipano all’organizzazione e all’allestimento degli stand disposti nel piazzale adiacente la Chiesa di Santa Barbara risalente dal XIII secolo.

La manifestazione popolare e caratteristica rappresenta per buongustai e vacanzieri una occasione di visita al territorio dell’agro nocerino–sarnese e della valle dell’Irno famoso anche per la coltura delle ciliegie, in modo particolare della varietà Don Carmelo.

Sagra del Cavatiello e dello StoccafissoQuattro giornate all’insegna dell’allegria, della musica folkloristica, delle visite guidate e degli antichi sapori e profumi della cucina tradizionale e dei prodotti genuini: ottimi vini, braciole di capra, cavatielli e stoccafisso, dolci.
Le braciole di capra, sono preparate con lungo e laborioso procedimento con prezzemolo, basilico profumato, inserti di aglio paesano, formaggio pecorino, pomodorini maturi di vigna ed aceto di vino, cuociono a fuoco lento in grandi tegami di terracotta.

Lo stoccafisso (baccalà o stocco), tipico dei paesi dell’Europa del nord, da secoli è entrato a far parte della tradizione culinaria della Sicilia, della Calabria, del Veneto e della Campania. Secondo le antiche ricette è preparato fritto, bollito e servito in bianco con olive, olio e prezzemolo, oppure va preparato con il sugo di pomodoro, spicchi di patate paesane, pezzetti di sedano, un pizzico di peperoncino e l’immancabile olio extravergine d’oliva.

Per informazioni contattate l’Associazione Culturale Santa Barbara.
Gli stand aprono dalla ore 20,00. Buon Divertimento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.