Alfedena è un comune abruzzese che si allunga nella sua campagna parallelamente al confine con il Molise, che è a due passi. E’ questo il luogo del raduno per una delle più interessanti esperienze ‘spaziotemporali’ in cui l’uomo moderno, appassionato di storia, cultura e paesaggi possa ancora imbattersi per ritrovare se stesso, quello che era, quello che è diventato.

Il 27 agosto si parte ‘Sulle orme dei Sanniti’ a piedi, percorrendo le autostrade verdi per lunghi tratti ancora intatte. Meraviglia tutta italiana che nasce dal progetto ‘Tr@tturo coast to coast’ e  si concretizza nel sogno dell’Associazione “Attraversiamo il Molise” nata quattro anni fa con un unico, nobile obiettivo: esplorare, individuare e restituire su mappa un tracciato che, in una sola direttrice, con breve svolta a Est nel tratto fra Bojano e Campobasso, collega Abruzzo, Molise e Puglia. E’ il Regio ‘Castel di Sangro-Lucera’  per… eccellenza, il Tratturo.

I luoghi, la cultura e la storia del territorio molisano devono tanto a questo ‘gigante verde’ che per alcuni tratti è attraversato anche dalla transumanza primaverile della famiglia Colantuono. Bovini ma anche pecore, la migrazione dei pascoli è un fenomeno di queste terre.

L’Associazione “Attraversiamo il Molise” ne ha catturato la magia e la restituisce ai veri passionati. Ogni anno si segue l’antica rotta che fu dei Sanniti, popolazione la cui culla di gesta, intuizioni e tenacia corrisponde per gran parte al Molise di oggi. Sono 18 (15 molisani) i comuni attraversati dal lungo cammino di otto giorni, per 160 km. Si viaggia in primavera e a ridosso dell’autunno. Ci siamo, quasi.

Il 27 agosto è alle porte. La corte di sua maestà il tratturo Castel di Sangro-Lucera richiama i viaggiatori del terzo millennio, dai saliscendi erbosi riaffiora l’orgoglio dei Sanniti. E’ un viaggio nel tempo. Si va e si viene per tratturi. Riecheggia D’Annunzio: “Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare…”.

Alfedena

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here