Si chiama ReLand, il progetto di OFF GRID Italia per la creazione di uno spazio sperimentale per il recupero e l’autosufficienza.
Una terra (Land) in cui i più giovani potranno stupirsi e avvicinarsi a temi fondamentali attraverso il gioco e l’esperienza e in cui gli adulti potranno sensibilizzarsi e formarsi su argomenti ancora poco dibattuti, nella cultura italiana.
Nell’era del consumismo e del benessere, vogliamo convogliare nella “nostra” terra l’etica del non si butta via niente.
ReLand sarà la terra degli esperimenti costruttivi con materiali di recupero, terra di gioco esperienza e  conoscenza, terra di saperi antichi e moderni orientati al benessere reale, al miglioramento delle condizioni di vita nel rispetto dell’ambiente.  Formazione, aggregazione, condivisione, apprendimento, divertimento e cultura.
Il progetto prevede il recupero di un’ estesa area verde in disuso scollegata dalle reti per realizzarci inzialmente almeno le prime 5 aree:  anfiteatro accoglienza, sentieri creativi, esperimenti costruttivi, orto sperimentale, earthship.
L’anfiteatro ha lo scopo di costituire uno spazio di accoglienza e “vista panoramica” sul campo.  Verrà  realizzato con materiali non convenzionali, all’aperto. Il manufatto, di piccole dimensioni, sarà formato gradinRelandate in pneumatico.
I sentieri creativi sono percorsi che servono a mostrare ai partecipanti come possono essere riutilizzati i rifiuti. Saranno quindi tanti quanti sono i materiali di scarto della società attuale e portano verso il modulo abitativo sperimentale. I sentieri creativi saranno realizzati da associazioni, durante workshop e seminari o gare di riuso creativo, con il recupero di materiale di scarto.
Sarà presente un’area eventi  all’aperto, attrezzata. Gli elementi di arredo urbano saranno realizzati dai volontari con la modalità del recupero, trasformazione e reimpiego.
La zona esperimenti costruttivi sarà dedicata ai workshop interni OFF GRID ITALIA organizzati  in collaborazione con/per Enti di ricerca, Università, aziende, associazioni, istituti scolastici pubblici, privati e cittadini.
L’orto sperimentale sarà affidato a enti di ricerca locali e associazioni specializzate n permacultura o agricoltura alternativa. Il prototipo di casa  autosufficiente annesso al progetto sfrutterà al meglio i fenomeni naturali per alimentare l’orto e la serra interna.
Il modulo Earthship che con orgoglio chiameremo “Prima”, chiuderà la fine di un percorso guidato che trasforma una passeggiata in un momento di apprendimento. Avrà il compito di sensibilizzare bambini e adulti ai temi del: pensiero creativo, riduzione dello spreco, modi alternativi del vivere, recupero e rigenerazione, modelli impiantistici e costruttivi alternativi ma efficaci.  Pneumatici, bottiglie, lattine, legno, terra, associati ad alcune tecnologie moderne ed al lavoro umano daranno vita ad un manufatto unico nel suo genere in Italia, la cui esclusività potrà essere tutta piemontese.
Il processo di recupero materiali partirà dagli scarti prodotti dalle aziende circostanti e proseguirà con l’autocostruzione secondo la filosofia dell’Accademia OFF GRID.
Sarà presente anche un punto verde a disposizione del cittadino per consulenza in ambito di risparmio energetico.
Non mancheranno quindi:

  • Attività didattiche nel campo del riuso e del riciclo
  • Spazi interdisciplinari sul saper fare – Progetti sperimentali di design sistemico con studenti italiani e stranieri
  • Progetti di educazione ambientale
  • Eventi e seminari sul tema della sostenibilità e giornate mondiali tematiche
  • Laboratori e workshop di autocostruzione e autosufficienza, resilienza
  • Eventi e seminari sulla crescita personale in adattamento alla natura ed in ambiente urbano

Questo, il nostro modo di seminare il cambiamento…

Speriamo di potervi invitare presto a trovarci.

Alexia Mangione
Marco Mangione (titolare Emmegi srl – efficienza energetica  e promotore dell’iniziativa)

Aggiornamento 28/10/2016:
A Climathon 2016 (Torino) il progetto ReLand è stato premiato con una menzione speciale per l’innovazione sociale.
Trovate un articolo su Torino Oggi: https://goo.gl/3TAcZT

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.