Cambiare vita, ritirarsi a vivere nella Natura in armonia con altri individui, con il vento e con gli animali, tra colli verdi, zona panoramiche, paesaggi alpini, boschi, alberi, prati profumati, sulle montagne o vicino al mare o sulle sponde di un lago, respirare aria pulita. Attuare un modello di vita sostenibile basato sull’auto sufficienza alimentare, sulla collaborazione tra gli abitanti e l’utilizzo di energie rinnovabili: Ecovillaggio. Partecipare attivamente ad un laboratorio di ricerca e sperimentazione verso stili di vita diversi, puliti, vivere in strutture abitative progettate per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Di solito l’utente legge un qualsiasi articoli sugli Ecovillaggi e ne resta affascinato, le immagini lo conquistano…..per la maggior parte di noi questo effetto dura solo pochi istanti. In quanti lascerebbero lo stile di vita “normale”, l’auto, l’incontro con gli amici al bar, la partita di calcio. Tutti ne parlano ma sono solo in pochi a fare questa scelta.

Ci sono altre possibilità. Alcuni Ecovillaggi propongono corsi di permacultura (un sistema di approccio alla vita innovativo che prevede la predisposizione dell’individuo al cambiamento e la riprogettazione del territorio antropizzato dove riprodurre in armonia ecosistemi naturali capaci di produrre cibo ed energia in maniera sufficiente a soddisfare i bisogni locali) o per la creazione di Foresta Commestibili (“foresta giardino” o “orto-bosco”, una vera foresta con tutte le caratteristiche e specie animali e vegetali, compreso ortaggi, alberi da furto e erbe medicinali, un ecosistema naturale che non implica una manutenzione costante da parte dell’uomo). Questi corsi sono da considerare anche come esperienze sensoriali di avvicinamento al nuovo stile di vita.

Da alcuni anni si è sviluppata la tendenza delle vacanze Glamping, di solito sono strutture di lusso realizzate con gli stessi criteri degli Ecovillagi. Ce ne sono in Italia ma i più belli si trovano nella Slovenia meridionale e nel Galles. Qui, nella Terra dei Celti sorge il Cae Mabon.

cae-mabonUn luogo incantato che sorge in una radura di un bosco di quercia, attraversato da un piccolo fiume che si riversa nel lago, un luogo magico di stile fantasy frequentato da turisti sostenibili provenienti da ogni parte del mondo. La vacanza prevede fasi di lavoro comunitario e attimi di svago e meditazione: canto, danza, laboratori di lettura e terapeutici, lo yoga e ritiri spirituali. Il programma propone suggestive escursioni mitologiche tra il paesaggio e le tradizione del mondo dei celti.

A voi la scelta.

Le vostre segnalazioni sono gradite.

Ecovillaggo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.