STUPENDO, questo progetto è davvero interessante, fa bene all’ambiente ma soprattutto agli anziani. Progettata dallo studio internazionale di architettura Spark, la Home Farm sorge nel cuore di Singapore, città con un elevato numero di persone anziane con alto consumo di ortaggi di importazione.

Il progetto architettonico della fattoria urbana presenta muri vegetali composti da materiali commestibili adatti all’edilizia valorizzati con arbusti, fioriere e vegetazione a cascata. Al centro della casa di riposto ecosostenibile si trova l’orto, vero centro di aggregazione del complesso. Curato in tutti i particolari dagli anziani, l’orto a coltivazione biologica produce cibo per gli abitanti impegnati anche nella gestione del mercato ortofrutticolo così da utilizzare il ricavato per le spese di gestione della struttura. L’orto è coltivato con un sistema di coltivazione idroponico che consente di ottenere produzioni controllate e qualitativo per tutto l’anno.

Questo sistema di vita comunitario e naturale consente agli anziani di vivere all’aria aperta e in continuo movimento. I “nuovi” agricoltori sono inoltre incentivi dall’idea di poter ricoprire dei ruoli attivi e di ottenere delle ricompense o incentivi. Posso avere lo stipendio per pagarsi la casa e le bollette, possono trattenere una parte del raccolto.

Home Farm è stata progettata per gli anziani, si è voluto creare un luogo stimolante dal punto di vista mentale e fisico in cui i residenti possono collaborare per la crescita dell’intera comunità, garantendosi una sicurezza finanziaria e un’assistenza sanitaria.

L’efficienza di questa fattoria urbana è davvero sorprendete, essa è dotata anche di un sistema di raccolta dell’acqua piovana, per il recupero delle acque grigie e di impianto solare. Un progetto sostenibile molto diverso dalle solite malinconiche e infelici case di riposo.

Le vostre segnalazioni  sono gradite.

spark-architects-home-farm-singapore-designboom-03

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here