L’infanzia difficile e disagiata ha sicuramente segnato il cammino artistico di Cesaria Evora. Nata a Capo Verde Cesaria perse suo padre a soli 7 anni e la madre, dopo aver tentato con scarsa fortuna di crescerla, fu costretta ad affidarla ad un orfanotrofio. Tra le varie attività c’era il coro che folgoro’ la piccola. Nella musica poteva riversare sogni, dolori, mancanze,speranze, e la conoscenza di un marinaio appassionata della musica popolare capoverdiana la spinse ad approfondire i dettami degli stili della “morna” e della “coladeira”, un misto di armonie africane unite alla malinconia del fado e al racconto struggente della vita.

Il suo talento la spinse ad essere soprannominata “La regina della Morna” nonostante fosse assolutamente sconosciuta all’estero. Il suo pathos, la particolarità di cantare a piedi nudi, una ritrosia apparente l’hanno resa non solo una grande cantante ma un personaggio estremamente particolare. Un cantante capoverdiano di stanza a Parigi la convinse a raggiungerlo e lì, in breve, Cesaria Evora riuscì ad imporsi nel panorama musicale internazionale.

“Sodade” fu il primo successo non francofono e portò i suoni della sua malinconia oltralpe; a questo sono seguiti vari exploit e richieste di collaborazione da parte di artisti provenienti da tutto il mondo (Ian Anderson dei Jethro Tull, Stefano Bollani, Omar Sosa e altri). Tra le tante richieste di partecipazioni e progetti quello che maggiormente la ha affascinata e coinvolta è stata la collana ” Capo Verde terra d’amore” che non solo prevedeva una serie di suggestioni artistiche ma si proponeva soprattutto di raccogliere fondi e far conoscere il progetto umanitario ” World Food Programme” dell’ONU che è la più grande organizzazione umanitaria del mondo ed assiste oltre 100 milioni di persone. La Evora ne e’ stata ambasciatrice dal 2003.

All’età di settanta anni, a dicembre del 2011 Cesaria Evora si è spenta in un ospedale capoverdiano lasciando in eredità la sua musica, il suo talento, la sua tristezza ed il suo cuore.

Facile per me proporvi il brano che l’ha imposta all’attenzione internazionale e che è la “summa” della sua qualità:”Sodade”

Fabio Magrì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.