Lo stato di Minas Gerais è sinonimo di turismo e avventura: montagne, cascate e la varietà di fauna e flora sono un invito per ecoturisti provenienti da tutto il paese e dall’estero, in particolare con l’arrivo del caldo. Conceiçao do Ibitipoca è un piccolo villaggio situato nella Zona da Mata Mineira, con meno di duemila abitanti dove le attrazioni sono molteplici! Porta di accesso per una delle più belle riserve naturali, il villaggio rustico conserva ancora strade sterrate e di pietra, Forros pé-di-serra, ruote di viola attorno al falò e cachaça.

Conceição do IbitipocaTuttavia, è possibile trovare comfort, buona cucina e la movida in Ibitipoca. Infatti, con la creazione della Riserva
Statale nel 1973, sono state costruite locande di charme, ristoranti e bar con grande orgoglio nel programma musicale. Per non parlare del festival di jazz e blues (che si svolgono in luglio e agosto, rispettivamente) e  che riempiono la montagna in inverno (visto che qui non si scia).

La Riserva Statale di Ibitipoca dispone di oltre 1.488 ettari ricchi di cascate, grotte, sentieri, vette, vegetazione lussureggiante e corsi d’acqua; una grande attrazione per chi ama il contatto con la natura, dove le passeggiate sono l’offerta principale del programma della riserva, è invece vietata la pratica del sport estremi.

Ci sono sentieri per tutti i tipi di visitatori, divisi in tre circuiti- Circuito das Águas (circuito delle acque), Circuito do Pico do Pião e circuito Janela do Céu ( finestra del cielo).circuito-das-aguas

Circuito das Águas: il circuito dell’acqua è il più basso, con solo 5 km. A forma di anello non richiede sforzo e le caratteristiche cascate sono un invito a fare un bagno con buone possibilità di osservare gli uccelli. Lungo questo percorso si trovano la Grotta dei Conigli, Lago Specchio, Doccia, Lago Nero, Prainha degli Elfi, Prainha, Grotta degli Gnomi, Lago di miraggi, Ponte di pietra, Cascata dei Macachi e il fiume Salto.

pico-do-piaoCricuito Pico do Pião: il percorso è di circa 11 km andata e ritorno, è un poco più impegnativo rispetto al primo circuito ma  la vista delle montagne è meravigliosa. Con la sua vetta a 1.720m, il Pico do Pião offre una vista incredibile che va dal mare alle colline nella zona. Un fatto curioso è che qui sorge la Cappella Signore do Bom Jesus da Serra, è  ststa costruita nel 1932 proprio lì sulla vetta, ma purtroppo dopo alcune dispute territoriali e maltempo oggi troverete solo le  rovine (il pavimento e l’ altare), accessibile ai visitatori. Lungo il percorso potrete ammirare: Grotta Monjolinho, Grotta Piao, Grotta viaggiatori e infine il Pico do Pião e le rovine della cappella.

janela-do-ceuCircuito Janela do Céu: è il tragitto più lungo con i suoi 16 km andata e ritorno. Il terzo circuito richiede un po’ più di forma fisica ma ne vale la pena, la finestra del cielo è il motivo principale che porta gli escursionisti a Ibitipoca, giunti in cima si ammira una cascata di circa 20 metri. Per arrivare fin qui  si passa attraverso luoghi incredibili come Cruzeiro, Grotta della Croce, Pico Pico da Lombada, Grotta dos Três Arcos, Grotta dos Fugitivos, Grotta dos Moreiras, Cachoeirinha, Mirante, Rio Vermelho fino alla Janela do Céu .

L’Università Federale di Minas Gerais ha pubblicato un progetto sulla “Gestione del Patrimonio l’Ambiente Costruito“. La documentazione fornisce una ricerca sugli elementi di autosufficienza, sullo studio di impatti negativi, saccheggio del patrimonio e  sulla scomparsa della fauna ed uno studio sui piccoli centri abitati e d dislocati in zone naturali di straordinaria bellezza che sono stati trasformati in aree turistiche finalizzate alla salvaguardia dell’ambiente.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.