L’Italia e’un paese ad alta attività sismica come siamo stati costretti ad appurare nel corso della sua storia; I terremoti hanno costellato il tempo nei secoli fino all’ultimo avvenuto ad agosto di quest’anno. Le catene di solidarietà si sono succedute e, come sempre accade in queste situazioni ci sono stati decine di eroi silenziosi che hanno fatto il massimo per aiutare coloro che hanno patito il disastro.

A marzo del 2009 un altro evento sismico aveva segnato una intera regione italiana: il terremoto in Abruzzo aveva devastato vite, attività, storia. Dopo quel disastro, esattamente un mese dopo, prese vita un progetto fortemente voluto da Jovanotti, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Mauro Pagani: Artisti uniti per l’Abruzzo…un modo per riunire 56 artisti e pubblicare un cd I cui proventi fossero destinati alle popolazioni terremotate. Il progetto, nato in tre giorni, ha riunito in un batter d’ occhio tutti gli artisti nello studio di registrazione di Mauro Pagami a Milano.

La sfida era quella di contribuire in modo corposo alla ricostruzione di alcuni stabili di interesse artistico de L’Aquila, come il conservatorio “Alfredo Casella” e la sede del Teatro Stabile d’Abruzzo.
La voglia era quella di esserci, di condividere, di aiutare.

A questo punto resta l’ascolto…
“DOMANI”…in attesa e nella speranza di un domani più coeso in cui si possa essere uniti anche di fronte (o soprattutto di fronte) a sciagure del genere.

E speriamo che, come dice l’ultima frase del brano: “domani e’ già qui”…

Fabio Magrì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.