Il mondo non è comprensibile, ma è abbracciabile. (Martin Buber)

La mission che modestamente portiamo avanti nello spazio virtuale (grazie alla valorizzazione e al dibattimento delle opinioni di tutti, è più giusto definirlo “concretamente virtuale”) di Ecosport.it vuole, tra le altre cose, diffondere la cultura del coinvolgimento della comunità come valore aggiunto per l’attuazione, l’ottimizzazione e la diffusione di metodologie verso Rifiuti Zero applicabili alle attività dinamiche e Solidali con la Terra.

Potrebbe sembrare un obiettivo esagerato, non certo realizzabile per degli esseri “solo umani” come noi, ma in realtà basterebbe fermarsi un attimo a pensare ai tanti piccoli gesti che cambiano il mondo ogni giorno, basterebbe avere un po’ di attenzione e responsabilità in più  verso quelli che chiamiamo (spesso anche con eccessiva superbia) i “nostri” territori, o le “nostre” comunità. Basterebbe comprendere che e quanto, anche nonostante i tanti errori che commettiamo, SIAMO UNA COMUNITÀ E QUINDI UNA FORZA DELLA NATURA!

In questo senso, l’incontro e la sinergia tra Ecosport.it e il movimento Rifiuti Zero era quasi un fatto predestinato…le nostre mission si incrociano e si compendiano come i nostri obiettivi sociali!

Verso Rifiuti ZeroI 10 passi verso una società senza rifiuti ma con tante risorse che ciclicamente e naturalmente vengono gestite, sono uno schema di riferimento concreto che vuole risolvere oggi, quella che è una vera e propria emergenza ambientale e vuole proporre per il futuro, un equilibrio tra quello che abbiamo a disposizione e quello che ci occorre e occorrerà agli altri per vivere bene. (sostenibilità è appunto il rispetto per noi ma anche e soprattutto per chi verrà dopo di noi!) Rappresentano un sistema che permette a tutti di raggiungere l’obiettivo a diversi livelli, in tempi congrui, senza forzature e dimostrando, coi risultati raggiunti, che può funzionare.

Uno dei concetti fondamentali di R0 è che i nostri rifiuti non sono un problema tecnologico, sono un problema di organizzazione, educazione e (ri)progettazione industriale….pensateci un attimo, pensate a quanto, la presenza massiccia e spesso mal gestita di rifiuti limita la qualità della nostra vita e ditemi se questo pensiero non è da condividere. Certo, ma è anche da praticare! Insieme e ognuno per quanto di sua competenza e responsabilità.

Ma…come riescono a stare nella stessa azione le Comunità, i rifiuti, la Natura, lo sport? E come associazioni, cosa possiamo fare? Diffondere corretta conoscenza e unire i cittadini attraverso azioni collettive e dimostrative. Ed ecco,  l’idea in più: l’abbraccio!

Pare che l’abbraccio favorisca la produzione di ossitocina, l’ormone della felicità, che allontana stress e rafforza la memoria… e, avete mai sentito parlare del fenomeno socioculturale dei “Free Hughs”? La piccola grande idea di un ragazzo australiano, che abbraccia sconosciuti nelle piazze e regalando loro affetto e calore umano, ha fondato addirittura un movimento!

Bè, ma allora, nulla più di un bell’abbraccio tra uomo e territorio sintetizzerà il concetto ampio della solidarietà e della responsabilità che vogliamo esprimere!

Certo che per abbracciare, anche solo un pezzo di terra, servono molte persone, servirebbe anche un luogo simbolico e un percorso condiviso e modalità innovative e, e, e….più o meno è così (parlandone, confrontandosi, unendosi) che è nato il progetto “Abbracciamo Vivara” il primo tentativo di Guinness, che adotterà metodologie Verso Rifiuti Zero (quali materiali, quali tecniche, opzioni per il risparmi di risorse ed energia, il riuso possibile, il non spreco, ecc) elaborate insieme agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di diverse Regioni che saranno coinvolti, attraverso un concorso (Zero Waste e Scarto Zero) nell’analisi dei 10 passi e guidati nella conoscenza dell’Area Naturale Protetta e della Riserva Naturale dell’isola di Vivara.

Insieme, una catena umana formata da migliaia di persone (famiglie, turisti, studenti, ricercatori, sportivi, amatori, curiosi ecc.) che nel settembre 2017 circonderà l’isola posizionandosi su piccoli natanti per lanciare il suo messaggio, dimostrativo ma concreto, verso l’uomo e il suo territorio.

Insieme verso rifiuti zero, con passione, competenza e il nostro abbraccio da record!

Vi aspetto tutti a Vivara! 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.