Voi cosa ne pensate della associazione nazionali riconosciute, delle organizzazione non governative, PVO (private voluntary organizations) o NGO (non-governmental organization)? Le conoscete, le sostenete, sapete di cosa si occupano? Il profitto è assente, la spinta emotiva è significativa, l’obiettivo è quello di salvaguardare la Terra, contribuire allo sviluppo di paesi sottosviluppati, effettuare interventi umanitari in zone di guerra.  Ce ne sono ormai tante ma, se pur spinte da una nobile causa, a volte capita che dietro l’apparenza c’è dell’altro, qualcosa di poco chiaro. Ma questa analisi la lasciamo ad altri. Oggi vi parlo di qualcosa di molto bello: Survival International – Il Movimento per i Popoli Indigeni.

Survival International è l’unico movimento che sostiene i diritti dei popoli indigeni di tutto il mondo, li aiuta  proteggere le loro terre dalla “invasioni” scellerate delle multinazionali e li preparano ad affrontare il futuro in autonomia che non per forza deve essere simile al nostro stile di vita.

giornata-internazionale-dei-popoli-indigenivalle-dellomo-320x320Le tribù indigene, tutte e di tutti i continenti, descritte come arretrate sanno bene come vivere, sono perfettamente integrate nel loro territorio ma spesso il “progresso” costringe queste popolazioni a lasciare la loro Terra, le spinge ad avvicinarsi alla città dove immancabilmente non riescono ad integrarsi e il loro destino si materializza in bidonville che sorgono nelle periferie dei centri abitati, bidonville come quella di Nairobi ad esempio, ad altissima densità demografica, bassissimo livello delle strutture abitative, totale mancanza quasi di servizi urbani, igienici e sanitari, malattie, droga, schiavitù, violenza e prostituzione. Ecco il progresso che noi siamo capaci di generare tra questi popoli.

Survival International ha vinto molte battaglie, adesso stanno lottando per i Boscimani nell’Africa meridionale, per le popolazioni Etiopi della Valle dell’Omo Popoli della valle dell’Omo minacciate da un gigantesco progetto idroelettrico, per le Tribù peruviane a rischio estinzione che vivono nella foresta amazzonica invasa da tagliatori di legna e petrolieri.

Diamogli una mano, per Natale acquistiamo un regalo dal catalogo di Survival International 

“I popoli indigeni contano almeno 370 milioni di persone e vivono in più di 70 nazioni diverse. Tra loro, 150 milioni sono classificati come popoli tribali. Anche se la legge riconosce i loro diritti territoriali, non sono pienamente rispettati in nessun paese del mondo.”

 

indonesia-tribu-indigene-602059

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.