Sono nove, uno per ogni direzione: il nord, il sud, l’est, l’ovest, l’alto, il basso, l’interno, la destra e la sinistra. Di queste direzioni ci insegnano il cammino, accompagnandoci durante tutto il percorso della vita. A volte si apre un varco tra vita spirituale e vita terrena, e loro fanno capolino apparendoci in sogno per consegnarci un messaggio importante, per ricordarci chi siamo e per darci la forza di affrontare una situazione. Animali Totem, conosciamo il loro potere, oggi ve ne presento tre:

IL LUPO

Il lupo ci riporta indietro, in una dimensione antica in cui il nostro potere ancestrale è radicato, ci mostra la via della saggezza e della conoscenza. Per quanto poi nell’immaginario comune sia diventato simbolo del pericolo, in realtà è portatore di un amore grande. Pensate alla lupa, alle amorevoli cure che riserva ai suoi cuccioli, e a quanto queste siano divenute leggendarie anche nella nostra cultura. Ne è un esempio il mito della nascita di Roma, il cui fondatore fu appunto allevato da una lupa. L’incontro con questo animale totem è una sfida,  bisogna affrontarlo e vincere la paura della sua natura aggressiva, perché se si compie un atto di coraggio si arriva dritto al cuore (due parole che, mi pare di avervelo già detto, hanno la stessa derivazione etimologica). Farsi assalire dal lupo può significare morire, essere distrutti, fatti a pezzi… per poi rinascere, ricostruire, ricominciare una nuova vita. Pars destruens, pars costruens.

L’ORSO

La caratteristica principale di questo animale è il suo letargo, lo stato profondo di sonno in cui cade durante la stagione invernale. Nella cultura sciamanica si pensa che in quello stato l’orso sogni la nuova stagione che deve arrivare e che questo suo sogno  abbia il potere di determinare come sarà nella realtà. Ecco dunque il grande rispetto che l’uomo ha nei confronti del sonno dell’orso, non si disturba e non si interrompe affinché questo sogni una primavera ricca e abbondante di frutti da cogliere. Ancora una volta la lezione che se ne trae è un insegnamento sui cicli naturali di morte e rinascita, di letargo e di risveglio nella forza e nella fierezza di un orso che risorge ritemprato dopo un lungo inverno.

L’AQUILA

Proverbiale è il suo senso più sviluppato, la vista, la Visione. Dalle alte quote l’aquila ha una visone ampia e precisa della terra, una visione estesa del quadro generale e una nitidezza nell’individuare i piccoli dettagli. Per questo suo potere ci può aiutare quando non riusciamo ad uscire da una situazione, quando la via d’uscita ci sembra impossibile l’aquila ci mostra che in realtà stiamo girando in tondo, e affogando in un bicchiere d’acqua. Prendere un respiro, spiccare il volo e cambiare prospettiva può tirarci fuori da un’empasse e mostrarci come a volte il problema sia soltanto nella nostra mente, che troppo spesso ci intrappola tra le sue grinfie. Diversi invece sono gli artigli dell’aquila, fatti per afferrare con decisone la preda che si è puntato dall’alto, prendiamo dunque esempio, puntiamo un obiettivo e via veloci senza pensieri, dritti a prendercelo, così si fa, così si vince.

                                                                                                          ♥♥♥

Vi riconoscete in qualcuno di questi animali totem? Aspettate di scoprire gli altri alla prossima puntata, intanto se volete approfondire il rapporto con il Lupo vi segnalo un evento per il prossimo 14 novembre: Shaman Meditation – Il richiamo del lupo con Gerhard Winklmaier, a scuola dal Lupo, per imparare a stare nel corpo e nell’istinto. Buon viaggio.

ecosport-benessere-lupo2

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.