Non so come cominciare….volevo essere “divertente” ma il video non lo è affatto. Occhio al documento presente nel saluto di Enrico Esposito. Dopo il video i saluti di tutti gli Amici della sua Tribù e poi altro ancora, ma prima del video i saluti del suo Team Camel Trophy.

Domenico Abruzzo: Una Donna speciale Antonella Ciliberto. Dolce ma fortissima, paziente e coraggiosa. Non si arrendeva mai e aveva un sorriso sempre per tutti. Noi ci siamo conosciuti in ambito sportivo, molti anni fa. Siamo stati nella stessa squadra condividendo tutto per 5 giorni. Non posso dire che fossi presente nella sua vita, poiché vivevamo in città diverse. Però ci si sentiva online. Io non la conoscevo veramente, anzi credo che fossimo solo conoscenti. Tuttavia per me era una persona speciale, perché nei pochi momenti che le nostre vite si incrociarono lei riusci sempre a farmi sentire veramente al sicuro. Sono un uomo grande e grosso, ma spesso le paure prendono il sopravvento sul raziocinio. Lei mi prendeva per mano e mi diceva: Insieme, Insieme c’è la possiamo fare. Poi fu il mio turno e quando lei si stava per arrendere le presi per mano e le dissi: Ricordi ? Insieme ! E fu così che ci aiutammo a vicenda quell’anno al Water raid ….! Il mondo ha perso un anima speciale oggi. Non ti dimenticherò Anto !

Angelo Bratta: Ho avuto la fortuna di conoscerti e di condividere con te emozioni uniche. È difficile rassegnarsi all’idea che sei volata via lasciando un vuoto incolmabile. Ricorderò per sempre il tuo sorriso e quella contagiosa voglia di vivere. Una parte del mio cuore è riservata a te, Amica Speciale.

Flavio Barlettelli: quando capitano certe cose, le emozioni sono contrastanti. Vita e morte sono le uniche certezze della nostra esistenza terrena. Tuttavia quando la perdita coinvolge una persona speciale come Antonella, qualcosa dentro di noi si spegne. Quando pensi allo stereotipo nel quale vorresti incarnare l’immagine di una amica, non puoi fare a meno di pensare ad una persona speciale quale era Antonella. Cara sorella, il tuo sorriso, la tua forza, la tua dolcezza e la tua determinazione, rimarranno indelebili nei cuori di tutti quelli che hanno avuto la fortuna di incrociare la tua anima almeno una volta nella propria vita! Ciao cara amica!

teamcamel

Water Raid Adventure edizione 2008 o 2009, quinto giorno di gara (circa 200 km coperti e 20 discipline nelle gambe, e tante penalità….). Gara di corsa in alta quota sul vulcano Etna. Durante il trasferimento in pullman, e prima della gara di mezzo fondo di nuoto da disputare ai Giardini di Naxos, Antonella, il “Capo dei Capi” della Tribù, obbliga tutti a catare a squarcia gola Su di Noi – Pupo……. GUARDA IL VIDEO

Capo la Tua Tribù che ti saluta e ti rende omaggio, ti chiede:

“quando toccherà a noi di Toccare il Cielo con un Dito dovrai essere Tu ad aprirci la porta, possibilmente senza la colonna sonora di Pupo – Su Di Noi – almeno per i primi giorni, giusto il tempo di ambientarci. Ah….è importante, prepara la decima edizione del Water Raid Adventure”.

Ivan Cuocolo: Grazie Antonella per la tua gioia di vivere, per la tua simpatia, per la tua allegria, queste resteranno sempre con chi ti ha conosciuto ed ha corso, nuotato, scalato insieme a te!

Ettore Ferranti: Ciao Antonella amica di tutti non dimenticherò mai il tuo sorriso.

Enrico Esposito: voglio solo ricordarla con le sue parole scritte, in alcune mail che ho conservato e rivolte a tutti noi. Colgono lo spirito di LEI, nel suo genuino spirito. Mi mancherà sempre. Per intanto…vi abbraccio e vi bacio tutti e …..VI VOGLIO BENE!!!! A presto Il vostro capo dei capi Antonella

Federica Vergano (la Tigre): Anto, resterai sempre con noi.

Simone Tomei: Stasera nel cielo si è accesa una stella, ci sembra lontana, ma in realtà è li e ci sarà sempre, ci ricorderà le magnifiche avventure passate insieme, la gioia dopo la fatica, un urlo, un sorriso, un abbraccio, emozioni che restano per sempre. Fatti vedere ogni sera, e sapremo essere felici con te.

Gianluca Nestovito: Senza parole…La ragazza che ho avuto in squadra che ricordo ancora oggi con un energia di vita unica…è un momento veramente triste per tutti gli amici che hanno condiviso con lei anche una semplice giornata che rimarrà per sempre immemorabile…La sua energia è dentro di noi e rivive attraverso i ricordi….mi dispiace.

Elena Spalenza: Ciao Anto, non dimenticherò mai l’avventura del Giro dei Parchi. Sono passati tanti anni ormai ma il ricordo del tuo sorriso è della tua allegria é ancora integro. Voglio pensarti così.

Mauro Prosperi: Oggi è un giorno nero, buio, un giorno che vorresti non ci fosse mai nella nostra vita, si proprio mai lo vorresti….. E io non lo voglio vedere, io voglio con tutte le mie forze, vedere il sole dei tuoi occhi, la gioia, la vita, il sorriso, la forza, la semplicità e tanto altro di positivo che tu ANTONELLA mi e ci hai dato e insegnato , io continuerò a vederti pronta a correre, a nuotare, a vivere il momento , l’attimo, il vissuto , precipitevolissimevolmente, così ti voglio vedere dentro di me, mi e ci hai sempre insegnato, che tutto è possibile e io ci credo, l’ho fatta mia questa certezza, in tutto quello che faccio, si ANTONELLA, tu ci sarai sempre in mezzo a noi, ovunque andremo, qualsiasi cosa faremo, perché tu sei andata a fare un viaggio dei tuoi, e ti aspetteremo sempre , per organizzare le nostre scorribande meravigliosamente e uniche , come unica sei stata , sei, e sarai sempre per … per noi, ti voglio bene …..

Pippo Baldassarre: ho appreso da poco la notizia della prematura scomparsa di Antonella Ciliberto membro della tribù del Movimento e portatrice sana di ottimismo e di gioia di vivere. Era da qualche anno che non la vedevo ma in un momento mi sono tornate davanti agli occhi le immagini di tutte quelle cose fatte e quelle esperienze vissute insieme con la tribù del Movimento…….. ciao Antonella

Antonio Pone: Anto, quando si parla di te il sorriso affiora sulle labbra sempre, anche in questo momento, come non sorridere quando tu sei e rimarrai per sempre la nostra più grande gioia, il nostro indiscusso capo tribù, quella che stava per essere strozzata ogni volta che cantava PUPO!!!! grazie Anto per avermi permesso di essere tuo amico, è stato un onore principessa delle stelle, adesso si che potrai “toccare il cielo con un dito” con amore e con il cuore spezzato ti dico arrivederci capo tribù!

Paolo Carnicelli: Oggi ho realizzato che la pelle non finisce dove iniziano i vestiti: la mia arriva fino a Torino. E stasera brucia, prude, è irritata, fa male. Fa tanto male. Antocili, così ti chiamavo al telefono, quando tu mi rispondevi immancabilmente: “Ma ciaaaaoo!”. E mi sentivo abbracciato, forte. Antocili, mi manchi già da morire. Spero che tu stia già correndo libera per qualche cielo meraviglioso. Ti voglio bene. Per sempre

Gian Luca Bovero (il Signor No): Su di noi nemmeno una nuvola! non mi ricordo tutte le parole, ma sui vari autobus quella canzone di Pupo Antonella la cantava a squarciagola coinvolgendo tutti con quella che da cazzata diventava una serenata per gli stanchi “eroi” del Water Raid.! Un inno alla leggerezza nelle difficoltà, cosi lo vedrò da ora in poi! Per sempre ciao Antonella.

Umberto Tomasello: No non ci posso credere !!! Antonella sei stata un angelo in terra ora lo sarai in cielo ricorderò sempre il tuo sorriso

I tuoi occhi che esprimevano la gioia di vivere sei e sarai sempre la mia migliore amica.

Alessandro e Szonja Tomasello: Penso che il tuo sorriso non si potra’ mai dimenticare e sono convinto che sarai l’angelo custode di molti di noi……

Marica Nestovito: Ciao Anto, con te “toccavamo il cielo con un dito” e da oggi quando proverò a farlo saprò che ci sei tu lassù a tendermi la mano…ci mancherai pazza!!!!

Marino Giacometti: Certe persone piene di vita, non riesci proprio a immaginare che non ci siano più .. scusa ma non ho proprio parole, neanche per un saluto di circostanza.. Veronesi diceva che certi casi sono la prova che Dio non esiste .. forse

Elisabetta La Guardia: il Sole anche se tramonta avrà sempre un’alba che lo farà rinascere e Antonella resterà sempre il sole del nostro gruppo non tramonterà mai nei nostri cuori. Antonella il mio affetto ti seguirà sempre e ti accompagnerà nel cammino che tutti noi faremo per TOCCARE IL CIELO CON UN DITO come si diceva e e e poi seguiva la tua risata

Federica De Simone: Chi ti ha conosciuta ti porta per sempre nel suo cuore…la tua allegria, la tua simpatia travolgente, il tuo animo buono, il senso di libertà ,la tua gioia di vivere ….ecco perché non ci si potrà scordare mai di te…ciao Antolellina continua ad essere un meraviglioso spirito libero

Federica Ferraro: Se devo immaginare una persona che non ha smesso di essere fresca, entusiasta, pulita, gioiosa e pura come un bambino, penso ad Antonella. Occhi grandi, sorriso generoso e cuore caldo. È stato facile volerti bene.

Concetta Mattia: Quando mi parlarono di Antonella per la prima volta, i ragazzi del MES movimento eco sportivo come si chiamava allora, mi dissero che sarei stata invasa dalla sua energia, dalla simpatia, dal suo carattere… proprio per questo ieri sono rimasta basita (anche se so’ che poco le darebbe piaciuto) dalla notizia che ci aveva lasciato….sono triste e arrabbiata, piena di rimpianti…pensando che solo un male subdolo e tanto micidiale ha potuto spegnere il bell’essere che era…. certo però non la sua energia, quella è rimasta attaccata ad ognuno di noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerla e di condividere con lei anche solo una delle sue amate avventure…quella non riuscirà a spegnerla nessuno, ne sono sicura e finché vivrò rimarrà un punto riferimento… ero sicura che ci saremmo riviste a Vivara, per il guinness, sono ancora sicura che non ci farà mancare la tua energia…a presto allora, a Vivara e in tutti gli altri luoghi che attraverseremo….ciao Anto.

Idelis Tovar (la Velina della Tribù): Antonella era già una stella piena di allegria entusiasmo positivismo, altruista, di una gentilezza unica… La vita sempre ci sorprende, adesso lei continuerà a brillare, dobbiamo solo ricordarla con pensieri positivi perché arrivi alla strada della luce infinita.

Dio benedica Antonella ovunque sia! Il mio pensiero per lei che la ricorderò sempre come una ragazza dolce e pura.

Daniele Mattioli: pochi giorni passati insieme nella natura, tantissime le sensazioni belle che sei riuscita a darmi da subito. il tuo sorriso è un’immagine talmente forte che resterà prepotente nel cuore di chi ti ha conosciuto e leggero ci aiuterà ad accettare tutto questo. Su di noi adesso qualche nuvola c’è, tu soffia e col tuo sole riscaldaci come hai sempre fatto. Ciao Antonella

Barbara Forgia: Dolce Anto, mi hai preso il cuore da subito e starai sempre li, i tuoi ricordi me lo scaldano e rallegrano….ti voglio bene.

Flavia Pucciarelli: Vorrei solo che mi dicessi che non è vero…la vita non puo’ essere cosi ingiusta. Non saprei proprio cosa scriverti, sono senza parole. L’unica cosa che mi ha sempre fatto pensare a lei ogni volta che mi è capitato di ascoltarla in tutti questi anni è questa canzone “Su di Noi” Pupo. Lei che la canta a squarciagola in autobus tornando da non so quale massacro di prova…lei un inno alla vita che non potrò mai dimenticare.

Barbara Bufardeci: Ciao Antonella, ti ricordo sempre sorridente e con una grande voglia di vivere.

Alberto Giustetto (il Colonnello): “Quante Battaglie!”, fai buon viaggio Antonella.

Marco Tomasello: Antonella è una persona che si incontra raramente , una ragazza di rara bellezza interiore con uno spirito libero ma con un sorriso sempre per tutti. L’ammiravo per come prendeva la vita con leggerezza, era un adulta con un cuore da bambina! Ti ricorderò sempre con quella sana pazzia e il tuo sorriso contagioso. Buon viaggio Capo dei Capi

Gianluca Russo (lo Stambecco): “…a toccare il cielo con un dito!” e “…su di noi soltanto una nuvola…!” la canzone di Pupo! Se ti penso, ti penso così! A gridare i nostri slogan, la nostra canzone! Ora quel cielo, bello e limpido come te e i tuoi sorrisi, ti accolga con tutti gli onori possibili, perché “un capo tribù” come te, non c’è ne saranno mai più! Grazie per aver avuto l’onore ed il privilegio di averti conosciuto! Gianluca lo stambecco.

Nello Lepre, Daniela Ambra (la Deroga) e la piccola Deroga appena arrivata: Carissimo Capo Tribù, Da oggi farai parte di quel cielo che in ogni tragitto in autobus era senza Nuvole. La tua gioia, la tua allegria erano infinite, come i sorrisi che eri in grado di distribuire a tutti. Ci vedevamo una volta l’anno, tuttavia quella settimana trascorsa con te, riusciva a riempire un anno intero. Cara Antonella, la tua assenza è ancora irreale, ma il dolore che è nel nostro cuore è profondo. Vogliamo ricordarti per sempre come nostro Capo tribù, e ogni volta che toccheremo il cielo con un dito, sarà come rivivere il tuo sorriso. Cara Anto di tutti i viaggi che hai fatto questo certo è il più bizzarro … noi da qui ti salutiamo e un grosso abbraccio ti mandiamo Riposa in Pace grande Anto

Susanna Testi: “Ti ricordo come la più sorridente, gioiosa e solare della tribù! Guardandoti sembrava che i problemi non esistessero. Una donna coraggiosa e amante delle avventure, come poche ce ne sono. Ciao Antonella, ti ricorderò sempre!”

Giuseppe Quaceci: Conoscerti è stato tuffarmi in un mare di emozionanti avventure, vissute al massimo come ci hai trasmesso sempre con i tuoi sorrisi, la tua gentilezza il tuo “essere unici”. Grazie al tuo carisma, ci hai trasmesso felicità e voglia di vivere. Non ti dimenticherò MAI cara Antonella, perchè è grazie a persone come te che posso toccare il cielo con un dito. Tu sei già lì..Ti voglio bene!

Roberto Lorenzani: Sentite condoglianze, un caro saluto

Alex Bellini: Anto, da dove posso cominciare? Come si fa a dare un senso a questa cosa che ti è, ci è caduta addosso? Il dolore, il senso di smarrimento e di ingiustizia fanno di questo fardello un peso così pesante che ogni commento risulta inutile. Ma un senso, cara Antonella, i più coraggiosi lo troveranno. Oggi ci costringi a guardare le cose come stanno davvero: la vita è una cosa seria e non c’è un cavolo di tempo da perdere. Ogni giorno è un regalo ma anche una partita. Ogni tanto si vince, ogni tanto si impara. Quello che oggi imparo è vivere la vita un po’ più come se fosse l’ultimo giorno. È dannatamente difficile perché la diamo sempre troppo per scontata. Con il tuo esempio, oggi, mi rendo conto che possiamo rendere questo mondo un posto migliore con gesti molto semplici.Talvolta basta un sorriso. Uno dei tuoi. Ciao

Giuseppe Ferrante (Presidente MES): Non la conoscevo certo bene , ho partecipato ad una edizione del Mangiacammina e sarebbe stato impossibile non notarla . Sorriso ed energia erano la sua forza attraverso la quale riusciva a coinvolgere la gente , coinvolgere ed entusiasmare , forse per questo quelli della Tribù la riconoscevano e dicevano fosse il Capo . Si dice che Dio, o chi per lui , chiami a se i migliori ; dispiace molto che sia così , noi che rimaniamo ci perdiamo sempre qualcosa . Grazie Antonella , chi ti ha conosciuto non ti dimenticherà e questa è la testimonianza migliore.

Mirko Caiano: Quando succedono queste tragedie capisco realmente che al mondo non siamo nulla…Però in vita siamo fortunati perché sul nostro cammino incontriamo persone come Antonella… Lei che con un sorriso ti riempiva il cuore e le giornate…lei che aveva sempre una parola Buona per tutti. Ricordo l’episodio nella grotta, cadde sul guano dei pipistrelli, quasi rompendosi la schiena, ma anche il quel caso a prevalere fu il suo sorriso ed il suo amore per la natura ……disse ” poverini siamo noi un casa loro”. Questa era Antonella, la vita in persona …Riposa in pace angelo sorridente.

Valeria Corbino: “Ciao cara Valeria!!! che sirena!!!! sei fortissima!!!! Baciii”i l’ultimo tuo messaggio è stato questo…. risale a qualche mese fa’ precisamente i primi di giugno 2016…..Antonella tu che sei stata la prima ad accogliermi con il tuo sorriso in occasione del Water Raid 2008, nella hall dell’albergo, tu che ci hai intrattenuto a tutti noi con la tua verve con la canzone di Pupo, dopo km km massacranti con la canzone….Su di noi ….cazzarola non ci posso ancora credere…. che una capa tribù come te non è più tra noi….. sei e rimarrai una delle più belle, leali ed entusiasmanti persone conosciute in occasione di quell’evento spero un giorno di rincontrarti e poter partecipare con te agli skyrunning sulle più belle vette del mondo, di poter: andare in canoa, bere l’acqua del fiume Ciane, andare in mountain bike, tuffarci da 15 mt nelle acque gelide di qualche laghetto, nuotare per mari, laghi e fiumi, correre in spiaggia alle 5 del mattino, fare apnea, tiro con l’arco, e poter remare per oltre 20 km con il leggerissimo gozzo, pescare e mangiare il pescato, fare orienteering nei boschi, nei vulcani, nelle spiagge e nelle riserve marine e terrestri più incontaminati del mondo, e condividere con te il più emozionante corso di sopravvivenza perché solo con te era veramente uno spasso un divertimento assicurato! Solo vivendo in questo modo e come dici tu è possibile toccare il cielo con un dito …… Un abbraccio fortissimo a te che da oggi ci veglierai da lassù !!!

 Dario Quattrocchi: “Addio Antonella ,è stato un piacere conoscere ha persona così solare e piena di vita ,sempre pronta a stressare le orecchie di tutti con quella orrenda canzone di Pupo che ,a sentirla adesso ,commuove e rende più struggente il ricordo di momenti meravigliosi e indimenticabili passati insieme a te ed alla nostra splendida TRIBU’! Che la terra ti sia lieve.

Giulia Pugliese (e Stefano Vergaglia): Non sono mai stata troppo brava con le parole ma una cosa è certa , mi resterà nel cuore come la prima volta che l’ho vista! Aveva in se un energia e una forza positiva che ho visto solo in poche persone, una sorta di follia che trascinava chiunque la incontrasse in un mondo parallelo fatto di magia e inspiegabilmente felicità . Mancherà a questo mondo… è proprio vero che sono i migliori i primi che se ne vanno….

Rivisondoli Team (Cristina Siqueira, Carmine D’Orazio, Simone Buono, Zio Fester, Giovanni Gentile): Ciao Antonella, 5 anni fa quando ti abbiamo vista arrivare con il tuo vestitino giallo, megafono e infradito per partecipare al Mangicammina la passeggiata del gusto, ci siamo detti: “questa è pazza”. E ci ci son voluti solo 5 minuti per capire che avevamo ragione. Tu eri pazza di gioia e pazza d’amore per la vita, vita che oggi ti è stata negata, ma che continuerai a vivere grazie a tutte quelle persone che come noi ti hanno voluta bene e ti porteranno sempre nel cuore. Questo non è un addio, ma un arrivederci. Un bacio enorme capo dei capi.

Riccardo Lanzafame: Ho avuto la fortuna di conoscerti e condividere la passione dello sport e della natura nella fantastica avventura dei giri dei parchi…anche se distante nel tempo e nei luoghi, io ti ricordo incontenibilmente solare…difficile sarà cancellare il tuo ricordo e la spensieratezza di quel periodo nella mia memoria…sarai il mio primo esempio di felicità, Ciao Antonella!!

Rosalinda Pischetola: Cara Antonella sei legata ad un mio carissimo ricordo fatto di sport, avventura, di condivisione e fratellanza. Un ricordo che mi porterò dietro per sempre perché legato ad uno dei miei momenti più belli ‘ sportivamente parlando che ho condiviso anche con te……Eri una guerriera e una combattente, ti ricorderò così per sempre ed è per questo che ciò che ti è accaduto non è una sconfitta! Ciao Antonella….

Vittorio Martorana: Un’amica sincera, una donna solare, una grande sportiva, una perdita immensa per tutti noi. SARAI SEMPRE NEI NOSTRI CUORI!

Giovanni Gentile: ciao Carlo, mi unisco a voi in un grandissimo abbraccio per Antonella sperando che gli arrivi.

Carlo Ferrari (GIBBI’): quando anche io “toccherò il cielo con un dito” voglio che la porta me la apri Tu!

Il Motto della Tribù ciliberto-quaceci

“La predisposizione al nomadismo è la caratteristica

che contraddistingue i componenti della nostra Tribù;

prova anche tu a tuffarti in un mare di emozioni e correndo,

a toccare il cielo con un dito”

Antonella Ciliberto e Giuseppe Quaceci

Il video della Tribù con la prefazione di Paolo Carnicelli, il primo “Capo” Tribù e il tuo finale..a sorpresa. 

timeline-antonella

2 Commenti

  1. Mi stavo lavando i denti nel bagno del palaghiaccio e tu sei entrata di colpo, mi hai guardata, mi hai fatto un bel sorriso a 32 denti e ti sei presentata “ciao sto facendo le lezioni qui, ho aperto dei corsi da poco, mi chiamo Antonella. Ti vedo sempre dal vetro del tuo ufficio”! Wow! Che personalità! Una ventata di allegria pura, che ragazza semplice e gentile. Da quel giorno ogni volta che passava non esitava a farmi un cenno di saluto. Che gentilezza d’animo. E ora … sono senza parole … incredula … Ciao Antonella, ti ho conosciuta poco e al volo ma quel sorriso non lo dimenticherò. Tanto affetto per tuo fratello Paolo e per la tua famiglia

  2. Eh si i tuoi “bimbi in palestra” si divertivano tanto con te, sapevi come coinvolgerli negli esercizi giocando rendendo tutto molto semplice, li rassicuravi, per loro sei stata più di un’insegnante, sei stata un’amica purtroppo per poco, io ti lasciavo la mia piccola per un’ora, andavo via serena perché sapevo di lasciarla insieme ad una persona speciale,Marta con te ha vinto la sua paura nel fare le capriole…ecco cosa eri…speciale , unica sprizzavi positività, allegria….la vita ti é stata ostile ,avevi ancora tanto da dare, ringrazio Dio per averci fatto incontrare…nn ti dimeticheremo mai Anto …sempre nel ❤

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here