Mauro Olivotto, alias Maurolampo, è nato a San Vito di Cadore 53 anni fa, ha lontane origini balcaniche, è un cittadino indo-europeo ed ha la passione per il legno. Incontrato così, naturalmente, per caso alcuni anni fa, in montagna. Era uno di quei giorni freddi, pieni di neve, appena scesa giù, soffice, candida, ad imbiancare e ad ovattare tutto.

Una nevicata eccezionale quell’anno, quasi a voler presagire quanto di bello stesse per accadere nelle nostre vite…Mauro è sbucato dalla sua bottega di Cortina, con quel suo fare unico, speciale, e dopo pochi istanti ci ha accolti in quel piccolo spazio, abitato da strane creature, in un avvolgente profumo di bosco….un profumo mai sentito prima.

3rit-copertinaQuel piccolo spazio racchiudeva l’intero Mondo dei Giauli.

Sapete cosa sono i Giauli? Sono esserini un po’ strani, come gnomi, metà uomini e metà legno, cirmolo per l’esattezza, fatti proprio dello stesso legno che rappresentano, chiamato anche cembro o pino cembro: il Legno per eccellenza, il Re delle Alpi, un legno particolarmente pregiato, profumato e leggero che, si dice abbia effetti benefici.

I Giauli hanno 2 braccia, con quattro dita per mano e le orecchie a punta. Sono immortali, immuni alle malattie e possono vivere a qualsiasi temperatura. Non parlano. Comunicano attraverso la telepatia. Sono molto pacifici e vivono in armonia con la natura, ne sono parte. Sono creature giunte qui 250 milioni di anni fa, attraversando il Mare Eterno, queste creature gnomiche sono i progenitori della gente che oggi popola le Dolomiti. Si dice che vivessero qui, proprio nella terra in cui nacque anche Icaro Lampo.

.

45-nuovaAll’interno del suo laboratorio, al riparo, al calduccio, i piccoli abitanti ci fissavano con occhi buoni, malinconici, eravamo tutti rapiti. Giusto, Ines, Arnika, Rosina o Bortolo…..i Giauli, grazie a Maurolampo ci hanno conquistati. Quel posto era davvero fantastico, onirico, come i racconti di Maurolampo, la sua risata. Ci sentimmo catapultati in  un’altra dimensione. Dopo pochi minuti io mi ritrovai a volteggiare tra le sue braccia sotto lo sguardo attento di Icaro, il suo magnifico gufo. Oltre a volergli bene come amico, nutro anche una profonda ammirazione per lui, per il suo lavoro. E’ uno scultore orgoglioso, un vero artista, organizza corsi e seminari da oltre 30 anni per amatori e per gli studenti, trasmette così la sua passione ed il rispetto per la natura.

I Giauli, sono creature davvero speciali e la loro magia ha attirato l’attenzione di una importante casa di produzione cinematografica.

La bravura di Maurolampo consiste nel rendere visibile a tutti ciò che altrimenti risulterebbe invisibile. In questo periodo è possibile visitare il laboratorio dal martedì al venerdì ore 18,00/20,00 in Piazza della Fontana, Castellavazzo (BL) fino al 16 dicembre. Nella sua Bottega dei Giauli a Castellavazzo con l’aiuto di un gruppo di bambini ha dato vita ad uno stupefacente presepe di legno.  

sotto

1 commento

  1. Che dolcezza e quanta sana magia!!! Bellissimo leggere questo racconto di prima mattina!! È una carezza al bambino che è in noi…grazie Letizia! Grazie a Tribù Ecosport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here