Non so se vi sia mai capitato, a ridosso delle luci e della frenesia prenatalizia, di passeggiare su una spiaggia di notte dove il cielo incontra il mare…il silenzio è quasi assoluto tanto da essere accompagnati dallo scricchiolio della sabbia sotto le scarpe che crea un ritmo con la risacca e la  melodia del vento…e tutto ciò accompagna lo srotolarsi di pensieri, come una matassa ingarbugliata che pian piano diventa fluida; ieri sera era così…

il drappo scuro della notte aveva uno squarcio argento e, accompagnato dall’eco di risate e parole in lontananza mi è venuto da pensare che spesso la vita ci offre i percorsi più stupidi per offrirci delle opportunità…a volte importanti…perché il cuore di una donna…o di un uomo…non ha bisogno di chissà quali segnali…le cose avvengono…e basta…se però vogliamo essere liberi di comprendere…

Quante volte ci capita di essere vicini a persone che non conosciamo, magari distratti dai nostri pensieri, e non sappiamo…e non sapremo mai…che quella persone forse ci era affine…che avrebbe potuto nascere qualcosa…che forse abbiamo perso qualcosa….

Lo stesso capita con persone che conosciamo e che guardiamo, troppo spesso, senza vedere…nel bene e nel male…magari siamo loro vicini e non ci rendiamo conto che sotto i vestiti, a portata di mano, ci sono cicatrici, storie, disillusioni. ..

Quante volte incrociamo persone che poi lasciamo andar via senza capire che saremmo stati perfetti l’uno per l’altro…

Tutto questo in spiaggia…in una notte prenatalizia…il momento in cui le presenze più significative sono…le assenze…

Non so perché ma io, ai pensieri, associo sempre delle note…e che cosa mi è venuto in mente mentre scrivevo?????

Un brano, un duetto, che forse riassume tutti i se ed i ma di cui vi ho raccontato…un strofa fa cosi:

“Come un tramonto rosso intenso…dove il cielo incontra il mare…come se nessuno fosse vivo…ma vivesse nei miei sogni…mi prendi”…

Lui è l’anglo nigeriano Seal…lei la balearica Concha Buika…stesso timbro vocale, stessa anima, stessi brividi…”You Got Me”…

Fabio Magrì

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here