Un meraviglioso polmone verde, sette ettari di superficie agricola ancora rurale, inaspettatamente nel pieno centro 103vignasanmartino17della città di Napoli.

In pochi infatti sanno che, superando un cancello posto lungo il trafficatissimo Corso Vittorio Emanuele, in pochi minuti di passeggiata è possibile lasciarsi alle spalle l’urbanizzazione più spinta per inoltrarsi in una grande azienda agricola piena di alberi, disposta su lunghi terrazzamenti e definita da antichi archi di contenimento in tufo. Orti, ulivi, vigneti, persino asini e animali da cortile, una collezione di alberi da frutto e piante antiche a poche decine di metri in linea d’aria dai palazzi moderni fanno della Vigna di San Martino, dichiarata Monumento nazionale dal ministero dei Beni artistici e culturali, un piccolo scrigno di meraviglie rurali miracolosamente scampato alla speculazione edilizia grazie all’intervento del suo proprietario.

.

103vignasanmartino6E, qui, la Onlus “Piedi per la Terra” da diversi anni promuove percorsi per la diffusione della cultura ambientale per bambini all’interno di visite didattiche, percorsi di ludo-natura e campus estivi. Lo stretto legame tra l’azienda agricola e l’associazione ha creato la Comunita’ Rurale Urbana Vigna di San Martino, centro per la diffusione della cultura ecologica e dell’economia alternativa: un’azienda agricola ad uso sociale, un  luogo di custodia, di raccolta e diffusione della cultura e della relazione con la terra all’interno della città.

Tra le iniziative che la Comunità Rurale promuove: eventi per l’arte, Gruppo d’acquisto Solidale, formazione in agricoltura naturale, apicultura, laboratori sul riuso riciclo dei materiali, circuiti delle pratiche sostenibili.

.

103vignasanmartino10Dalla Vigna San Martino è, in più, possibile godere di una delle più belle viste sull’intera città: nella parte inferiore della collina, stretta tra alte mura in tufo che delimitano il confinante complesso dell’università Suor Orsola Benincasa posto una decina di metri più in basso, è possibile ammirare il golfo di Napoli e Capri da un’angolazione meravigliosa, che sembra come sospesa nel vuoto.

E ascoltare il profondo “respiro” di una città che non finisce mai di stupire.

(Le visite e la partecipazione agli eventi si effettuano solo su prenotazione e secondo disponibilità)

Valerio Ceva Grimaldi. Fotografie di Valerio Ceva Grimaldi e Fernando Pisacane

103vignasanmartino14

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here