Non so se anche per voi è così, ma per me è come se al sud i colori siano più colorati, più evidenti, più vivi.

È un periodo dell’anno al di fuori delle date turistiche e vacanziere; sono a sud, molto a sud, in una terra ricchissima di vita, storia e storie, passioni. Il paese è piccolo, sul mare, disteso pigramente su un declivio roccioso che lambisce l’acqua; le strade sono strette, vicoli paralleli sospesi nel tempo, immoti.

I colori sono abbaglianti, quasi prendano forza dal sole che sembra voler ribadire qui la sua forza; il mare trascina vento, sale, sabbia…e odori. Nella tarda mattinata le donne di Sicilia hanno già preparato il pranzo: si mescolano aromi mediterranei. Due ragazze passeggiano confidandosi segreti e risate, il passo elastico, si muovono come danzatrici senza musica, eleganti, femminili.

Passeggio, e mi accorgo di essere osservato, con curiosità, da un gruppetto di donne sedute fuori da alcune abitazioni all’imbocco di uno dei vicoli; io sono uno straniero e loro sembrano quasi delle austere sentinelle dalle divise nere a guardia del loro mondo. Gli aromi aumentano di intensità, mi sta venendo fame. Mi dirigo verso un molo che nel corso di millenni avrà di certo ospitato Fenici e Normanni, Saraceni ed Achei. Supero una serie di barche dove uomini cotti dal sole e dalla salsedine stanno srotolando reti e attrezzi per la pesca; alzano per un attimo lo sguardo e poi tornano alle loro occupazioni. Chiedo ad uno di loro dove poter mangiare qualcosa: mi indica una specie di capanna e, con un sorriso complice, mi consiglia di lasciar fare a Saro.  Ricambio il sorriso e ubbidisco.

Saro è un ometto con un grembiule che ha visto giorni migliori, di un garbo e di una ospitalità tipici della gente semplice; mi fa sedere ad un tavolo con una tovaglia immacolata e sparisce per dar fondo alle sue capacità culinarie. Aspetto, mentre sole e vento mi accarezzano, ed i colori, i colori, hanno una vita straordinaria….

Chick Corea e Pino Daniele

Sicily

Fabio Magrì

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here