La città di Napoli è un vero scrigno. Tra vicoli, piazze, strade, chiese, palazzi antichi, monumenti, sono tantissime le particolarità che questa affascinante città nasconde. Tra queste ce n’è una davvero incredibile e poco conosciuta.

Il coro della chiesa di San Giorgio Maggiore cela infatti un vero segreto: alle spalle dell’altare maggiore, l’enorme tela (ben quaranta metri quadrati) di “San Giorgio che uccide il dragone” può essere aperta come la pagina di un libro grazie ad un meccanismo di leve incernierate (azionate su richiesta dal sacrestano), per rivelare un affresco di Aniello Falcone che rappresenta lo stesso soggetto. L’affresco “nascosto” venne eseguito dopo la ricostruzione della chiesa, distrutta da un incendio nel 1640, ad opera di Cosimo Fanzago.

156sgiorgio (157)I lavori, rimasti in sospeso, ripresero un secolo più tardi, epoca in cui Alessio D’Elia eseguì il “San Severo” e il “San Giorgio” sotto il quale, durante il restauro del 1993, fu scoperto il dipinto di Aniello Falcone.  Fondata dall’imperatore Costantino e ampliata dal vescovo Severo nel V secolo, quella di San Giorgio Maggiore era una delle quattro chiese principali della città in epoca paleocristiana. Durante la sua ricostruzione, nel 1640, ne fu invertito l’orientamento; si spiega così la posizione dell’entrata attuale che dà accesso direttamente all’abside, unica parte originale dalla rara architettura.

Le opere di Aniello Falcone, artista celebre per rappresentazioni di battaglie e scene di vita quotidiana, sono rarissime negli edifici religiosi napoletani e si distinguono nettamente da quelle dei suoi contemporanei. Secondo una leggenda (divulgata dal criticatissimo De Dominici) Aniello Falcone avrebbe fatto parte, insieme ad altri colleghi, di un gruppo rivoluzionario, la “Compagnia della Morte”, il cui obiettivo era quello di uccidere gli spagnoli che occupavano Napoli.

Valerio Ceva Grimaldi autore della guida “Napoli insolita e segreta”, edizioni Jonglez

Foto di Fernando Pisacane

156sgiorgio (159)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here