Istanti & Istantanee…. Prima c’è la vita che abbiamo vissuto, l’esperienza, gli insegnamenti, la crescita, le gioie, le vicissitudini; dopo c’è quello che il futuro ci riserva; in mezzo a tutto ciò un istante. Ma non un istante qualunque; un istante che comprende un attimo, una emozione, la moda del momento, uno sguardo, quello che siamo in quel preciso istante, irripetibile: una fotografia.

Forse per questo il sinonimo di fotografia è istantanea, perché raccoglie tantissimo in un semplice “click”, in uno scatto.

Non so se vi sia mai capitato di trovarvi tra le mani un vecchio album di foto, il potere è quello di catapultarci in un altro tempo osservando come vestivamo,  come portavamo i capelli, con chi eravamo, che sogni, malinconie o allegria fuoriescono da un semplice rettangolo; il tempo si azzera, i ricordi strappano un sorriso.

Ora si va di selfies, autoscatti tutti uguali, nelle stesse identiche posture, senza emozioni, senza poesia, fatti solo per apparire.

E poi, avere qualcuno che ha la volontà di “catturarti” in un lampo, di fermare te, i tuoi pensieri e le tue sensazioni non è forse qualcosa in più?

Paesaggi, occhi, visi, mani: quante cose abbiamo reso immortali e senza tempo con una fotografia; di quante persone abbiamo scoperto essenza ed esistenza solo perché erano in compagnia di persone care? Da una fotografia si puo’ scoprire molto di una persona, dai suoi occhi, dal modo di sorridere o ammiccare, dal modo in cui tiene le mani. E ci sono scatti che non puoi descrivere ma che, rivisti, danno la stessa identica emozione.

Proviamo a vedere se con la musica riesco a riassumere il fascino che emana dalle foto; per questo ho scelto un brano, recente, di un duo francese di musica elettronica dai suoni molto parigini: eleganti ed accattivanti.

Il loro nome è  “Paradis”, il brano, su etichetta Barclay, si intitola “Toi et Moi”.

Fabio  Magrì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here