Cari lettori, seguendo la sfida sociale di del blog Tifosi Sostenibili curato da Donato Martucci è pensato di approfondire un aspetto spesso poco considerato come quello della preparazione atletica che un team di calcio deve curare per poter essere sempre al “top” della condizione durante la stagione.

Molto spesso negli articoli di giornali e negli approfondimenti televisivi il calcio lo si analizza quasi esclusivamente su questioni tattiche e tecniche, tralasciando molte volte l’aspetto atletico sia delle squadre che dei singoli calciatori.

Oggi invece la periodizzazione di una preparazione atletica, direttamente connessa ad un’adeguata alimentazione e con tempi giusti di recupero e riposo, possono fare la differenza nell’arco di una lunga stagione calcistica tra un team e l’altro.

Quindi il nostro intento sarà quello di riuscire ad analizzare i vari team che compongono e comporranno la serie A di calcio italiano al fine di poter comprendere in base alle singole periodizzazioni, partendo dai ritiri pre-stagione e poi durante l’arco del campionato, quando saranno più in condizione e quando, inevitabilmente, si troveranno in calo prestazionale, anche se bisogna precisare che le attuali metodologie tendono a non ricercare più particolari picchi contrapposti poi a cali repentini di condizione, ma ad avere un andamento uniforme durante tutto l’arco stagionale.

Dobbiamo comunque tener conto che sulla programmazione atletica gioca un fattore molto importante anche l’obiettivo finale che si è posto il team, che può andare dal competere per la vittoria finale al campionato, piuttosto che per una salvezza, passando così per tutta una serie di posizioni intermedie di classifica.

In definitiva proveremo a farvi appassionare ad un tema molto delicato, intrigante e fondamentale nella gestione di un gruppo di atleti facenti parte di un team di calcio.

Domenico Gentile

piedipagina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here